Quando e dove

Teatro Sociale
Corso Garibaldi 58, Valenza (AL)
domenica 16 giugno, ore 17:00

Ingresso

Ingresso: posto unico 10 €.
Per informazioni: info@festivalechos.it

Info

L’incasso della serata sarà devoluto a favore dell’Istituzione l’Uspidalì di Valenza.

Programma

PARTE PRIMA

R. Schumann
Pezzi Fantastici op. 73
I. Zart mit Ausdruck (Delicato e con espressione)
II. Lebhaft leicht (Animato, leggero)
III. Rasch und mit Feuer (Rapido e con fuoco)

F. Poulenc
Sonata per clarinetto e pianoforte
I. Allegro tristamente
II. Romanza
III. Allegro con fuoco

PARTE SECONDA

M. de Falla
Sette Canzoni popolari spagnole
n. 1 El pane moruno
n. 2 Seguidilla murciana
n. 3 Asturiana
n. 4 Jota
n. 5 Nana
n. 6 Canción
n. 7 Polo

J. Horovitz
Sonatina per clarinetto e pianoforte
I. Allegro calmato
II. Lento quasi andante
III. Con brio

Dimitri Ashkenazy

(Stati Uniti-Islanda)
clarinetto
È nato nel 1969 a New York e dal 1978 vive in Svizzera. Ha iniziato lo studio del clarinetto a dieci anni con Giambattista Sisini e nel 1993 si è diplomato al Conservatorio di Lucerna.
Si è laureato in diversi concorsi internazionali e ha fatto parte dell’Orchestra Svizzera dei Giovani e dell’Orchestra Gustav Mahler. È stato invitato da prestigiose istituzioni in tutto il mondo: Los Angeles (Hollywood Bowl), Londra (Royal Festival Hall), Sydney (Opera House), Salisburgo (Festspiele), Parigi (Salle Pleyel), Tokyo (Suntory Hall), Praga (Rudolfinum), suonando con orchestre come la Royal Philharmonic, i Filarmonici di San Pietroburgo, la Deutsches Symphonie Orchester Berlin, la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, la Sinfonia Varsovia, i Filarmonici di Helsinki e la Camerata Academica Salzburg.
In ambito cameristico ha collaborato con i Quartetti Kodály, Carmina, Endellion e Brodsky; con i pianisti Aleksandar Madzar, Cristina Ortiz, Jeremy Menuhin, Helmut Deutsch e Ariane Haering; i violoncellisti Antonio Meneses e Christoph Richter; le cantanti Edita Gruberova e Barbara Bonney e naturalmente con suo fratello Vovka e suo padre Vladimir Ashkenazy.
I prossimi concerti lo vedranno protagonista con numerose orchestre (Palo Alto Chamber Orchestra, Filarmonici del Cairo, Göttinger Symphonie-Orchester, RSO Stuttgart, Filarmonica di Belgrado, Western Australia Symphony Orchestra, ecc.) e in concerti da camera attraverso tutta Europa, negli Stati Uniti e in Australia.
Dimitri Ashkenazy ha inciso molti CD (per le etichette Pan Classics, Decca, Ondine) e registrato produzione televisive e radiofoniche. Ha tenuto corsi di perfezionamento in Australia, Islanda, Nuova Zelanda, Inghilterra, Spagna, e negli Stati Uniti.

Carlo Ponten

(Svezia)
pianoforte
Ha iniziato lo studio del pianoforte in Svezia all’età di cinque anni, continuandolo nella Repubblica Ceca per poi diplomarsi in Italia presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto. Vincitore di una borsa di studio dell’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma, si è perfezionato con Pietro Rigacci a Firenze, con Dario De Rosa e Maureen Jones presso la Scuola Superiore di musica da camera del Trio di Trieste, con Radoslav Kvapil a Praga e con Andrzej Jasinski al Mozarteum di Salisburgo.
Svolge un’intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo, sia come solista che con orchestra: Svezia, USA, Israele, Colombia, Guatemala, Cuba, Italia, Spagna, Germania, Lussemburgo, Olanda, Belgio, Inghilterra, Islanda, Serbia, Repubblica Ceca, ecc. Da citare in particolare un concerto trasmesso in diretta radiofonica dal Cultural Centre di Chicago, una lunga tournée con la Guatemala Symphony Orchestra che ha attraversato tutto il Sud America e un concerto a Örebro per Sua Maestà il Re di Svezia. Recentemente ha realizzato una tournée in Russia con il David Oistrakh Quartet.
Vincitore di numerosissimi concorsi, è frequentemente invitato come docente di pianoforte e musica da camera presso la Musikhochschule di Karlsruhe (Germania), il Conservatorio di Sarajevo (Bosnia), a Riga e in Svezia. Ha ricevuto premi dall’Accademia Reale di Musica di Svezia e dalla Regione del Södermanland che lo ha nominato Ambasciatore Culturale per il suo contributo alla diffusione della musica nel suo Paese.

La sede del concerto

Teatro Sociale

Valenza