Quando e dove

Chiesa dei Frati Cappuccini
via Provinciale 1, Voltaggio (AL)
domenica 2 giugno, ore 17:00

Ingresso

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

 

Visite guidate

Per l’occasione, al termine del concerto l’Associazione L’Arcangelo curerà una visita guidata della Pinacoteca.

Programma

Ciclo “Echos Giovani” (Milo Ferrazzini Hauri)

A. Vivaldi
Sonata in Mi minore RV 45
I. Largo
II. Allegro
III. Largo
IV. Allegro

J. Offenbach
Duetto di violoncelli op. 52 n. 3

G. Rossini
Arrangiamento sul tema “Ecco ridente in cielo” (da “Il Barbiere di Siviglia”)

C. Saint-Saëns
Il cigno (da “Il carnevale degli animali”)

A.Dvořák
Humoresque

D. Popper
Gavotte

A. Arutjunjan
Impromptu

N. Paganini
Variazioni sul tema “Mosé” di Rossini, su una corda

J. Barrière
Prestissimo dalla Sonata in Sol maggiore

D. Popper Tarantella

Claude Hauri

(Svizzera)
violoncello
Violoncellista del Trio des Alpes e solista dell’Ensemble Prometeo di Parma, Claude Hauri inizia giovanissimo lo studio del violoncello con Taisuke Yamashita che lo accompagna fino al diploma al Conservatorio della Svizzera Italiana. Prosegue gli studi con Raphael Wallfisch, con il quale ottiene il diploma di perfezionamento alla Musikhochschule di Winterthur, con Alain Meunier e Zara Nelsova.
Già primo violoncello nella Youth World Orchestra della Jeunesses Musicales, svolge un’intensa attività concertistica che lo vede esibirsi intensamente in tutta Europa, in Australia, in Nord e Sud America sia come solista che in gruppi da camera. In qualità di solista con orchestra si è esibito negli ultimi anni con numerose orchestre tra cui: Orchestra da Camera di Mantova, Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”, Orchestra della Svizzera italiana, Orchestra di Fiati della Svizzera italiana, Orchestra Filarmonica di Stato della Romania, Orquesta Sinfonica Nacional Argentina, Orquesta Sinfonica de Entre Rios, Orquesta Sinfonica Uncuyo, Orchestra da capo di Monaco di Baviera, Orchestra Federale del Caucaso settentrionale, Orchestra Antonio Vivaldi, Ensemble Nuovo Contrappunto di Firenze sotto la direzione di direttori quali P. Gamba, R. Zemba, K. Griffiths, M. Ancillotti, F. Skottky, M. Belli e L. Gorelik.
Moltissime le prime esecuzioni, spesso a lui dedicate, e le collaborazioni con compositori quali Salvatore Sciarrino, Luis De Pablo e Philip Glass, solo per citarne alcuni.
Numerosi i concerti trasmessi in diretta radiofonica (per emittenti quali SSR RSI, DRS, RAI) e le incisioni discografiche edite da Amadeus, Jecklin, Nuova Era, Szene Schweiz, Brilliant Classics, Stradivarius, Dynamic. Le ultime pubblicazioni discografiche lo vedono impegnato con la violinista Bin Huang (Brilliant Classics) e con il Trio des Alpes (Dynamic).
Suona uno splendido violoncello di Gian Battista Zanoli, liutaio italiano del ‘700.

Milo Ferrazzini Hauri

(Svizzera)
violoncello
Classe 2000, Milo Ferrazzini Hauri inizia lo studio del violoncello all’età di quattro anni con Marina Modesti, seguendo l’esempio del padre. Nel 2006 si iscrive alla Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana nella classe di Beat Helfenberger, attivo nell’Orchestra della Svizzera italiana. Nel settembre 2015 viene ammesso nella sezione pre-professionale del Conservatorio della Svizzera italiana nella classe di Taisuke Yamashita. Negli ultimi anni ha partecipato a masterclass tenute dai celebri violoncellisti R. Wallfisch, E. Dindo, J. Goritzki e R. Rosenfeld.
È stato premiato in concorsi nazionali e internazionali e in particolare, nel 2018, ha vinto il Primo Premio al Concorso svizzero di Musica per la Gioventù nella massima categoria; grazie a questo risultato, ottiene una borsa di studio dalla Fondazione Ruth ed Ernst Burkhalter.
Attualmente è impegnato in qualità di primo violoncello nell’Orchestra Giovanile della Svizzera italiana con la quale ha già suonato come solista e ha partecipato a tournée in Italia e Spagna. Suona regolarmente in formazioni da camera e, tra queste, è doveroso citare il gruppo “theXcellos”, ensemble che nel 2018 ha conquistato il Primo Premio alla finale del Concorso giovanile nazionale nella categoria musica da camera.
Vincitore del concorso indetto dall’Orchestra Sinfonica di Bienne e Soletta, ha eseguito recentemente, in qualità di solista con la stessa orchestra, le celebri Variazioni Rococò di Cajkovskij.

La sede del concerto

Convento e Quadreria dei frati Cappuccini

Voltaggio