Skip to main content

I posti per questo concerto sono esauriti

Quando e dove

Abbazia
Viale di Rivalta 1,  Rivalta Scrivia
domenica 30 maggio, ore 17:30

Ingresso

Ingresso libero con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA DEL POSTO
(misure anti COVID-19).
Per prenotazioni: info@festivalechos.it oppure tel. 348 7161557
Ulteriori informazioni disponibili alla pagina Prenotazioni & misure anti Covid-19

Visite guidate

In occasione del concerto, l’Associazione Amici dell’Abbazia di Rivalta curerà una visita guidata gratuita dell’Abbazia per piccoli gruppi con inizio alle ore 16.30

Programma

J.S. Bach
Invenzione a due voci n. 10 BWV 781
G.B. Cirri
Duo op. 1
J.S. Bach
Invenzione a due voci n. 11 BWV 782
R. Glière
8 piccoli duetti op. 39
J.S. Bach
Invenzione a due voci n. 4 BWV 775
Z. Kodaly
Duo op. 7 per violino e violoncello
I. Allegro serioso, non troppo
II. Adagio
III. Maestoso e largamente, ma non troppo lento – Presto

Sergej Galaktionov

(Russia)
Violino
Nato nel 1970 in Russia, ha iniziato lo studio del violino a soli quattro anni frequentando la Central Special Music School del Conservatorio di Mosca. Ha proseguito gli studi al Conservatorio Superiore di Mosca con il Maestro Andrei Korsakov, ottenendo nel 1994 il diploma di solista e nel 1996 il titolo di Dottore in musica.
In veste di solista ha partecipato a numerosi concerti con l’Orchestra Filarmonica di Mosca, l’Orchestra da Camera di Stato della Russia, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra e la Filarmonica del Teatro Regio Torino e I Pomeriggi Musicali di Milano collaborando a fianco di Maestri e musicisti come Vladimir Ponkin, Claudio Abbado, Michail Pletnev, Gianandrea Noseda, Vladimir Jurowsky, Bruno Aprea, Giuliano Carmignola. Sempre come solista si è esibito in prestigiose sale e teatri in Italia e nel mondo: Salle Gaveau di Parigi, Cancelleria del Vaticano, Teatro Politeama di Palermo, Sala Cajkovskij della Filarmonica di Mosca, Suntory Hall di Tokyo, Kyoto Music Center e Sony Hall di Toronto. Ha collaborato come Primo Violino Solista con i “Cameristi della Scala” in tournèe in Israele e Canada. Di particolare rilevanza artistica l’esecuzione del concerto n. 2 “La Campanella” di Niccolò Paganini a Milano, concerto eseguito con lo Stradivari “Il Cremonese” (1715) concesso dalla Fondazione Negri e dal Comune di Cremona. È ospite dei Festival Internazionali d’Autunno di Mosca, delle Settimane Musicali di Stresa, del Festival Echos e del Luzern Festival.
Nel 2000 ha vinto il Concorso Internazionale Viotti.
Il suo repertorio spazia da Bach fino ai più importanti compositori del Novecento.
Dal 2004 ricopre il ruolo di Primo Violino di Spalla dell’Orchestra e della Filarmonica Teatro Regio Torino. Nel 2005 è stato insignito del “Premio Protagonisti nella Musica”.
Suona un violino G.B. Guadagnini (Torino, 1772) della Fondazione Pro Canale di Milano.

Amedeo Cicchese

(Italia)
Violoncello
Nato nel 1988 a Campobasso, si diploma a 17 anni con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Michele Chiapperino. Consegue con lode il Diploma di Perfezionamento presso l’Accademia di Santa Cecilia in Roma sia in Musica da Camera che in Violoncello sotto la guida di Rocco Filippini e Giovanni Sollima. Ha proseguito gli studi con Antonio Meneses presso la Hochschule der Kunste in Bern e con Enrico Dindo alla Pavia Cello Academy.
Vincitore nel 2014 del prestigioso “Premio Giuseppe Sinopoli”, consegnato personalmente dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in una cerimonia ufficiale presso il Palazzo del Quirinale, è stato premiato in più di 30 concorsi nazionali e internazionali.
Debutta come solista a 16 anni e tiene concerti, sempre in veste di solista, in Italia, Olanda, Germania, Turchia, Ungheria, Cina e Giappone.
Dopo esser stato scelto da Riccardo Muti come primo violoncello dell’Orchestra Cherubini, si è esibito in molti teatri italiani ed esteri diretto, oltre che da Muti, da C. Abbado, F. Luisi, P. Jaarvi, D. Gatti, C. Eschenbach, Tan Dun. Il sodalizio con quest’ultimo lo ha portato ad esibirsi come solista con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, la Shanghai Philarmonic Orchestra, la China Youth Symphony Orchestra, la Shenzen Symphony Orchestra, la MDR di Lipsia presso importanti sale come il Grand Theater di Shanghai, la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium di Roma, la Leipzig Arena e la Beethoven Saal di Stoccarda.
Ha debuttato presso la prestigiosa Suntory Hall di Tokyo accompagnato dalla Tokyo Philarmonic Orchestra insieme ad artisti del calibro di Yundi Li e Ryu Goto in occasione della celebrazione del 25° anno dalla nascita della storica Sala giapponese.
Nel 2016 è stato scelto da Gianandrea Noseda come Primo Violoncello stabile dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino. Collabora anche con la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli e la Camerata Salzburg, sempre in qualità di Primo Violoncello.
Particolarmente attivo in ambito cameristico, nel 2009 ha vinto i Concorsi Internazionali “Vittorio Gui” e “Premio Trio di Trieste”. Con il Quintetto Bottesini ha inciso per l’etichetta Brilliant Classics l’integrale dei quintetti di Louise Farrenc.

La sede del concerto

Abbazia

Rivalta Scrivia