Skip to main content

Angela Hewitt

Pianoforte | Canada

Valenza | Teatro Sociale

Sabato 24 maggio 2024, ore 21:00  |  Corso Giuseppe Garibaldi 58,  Valenza

Angela Hewitt, pianoforte

J.S. Bach
Partita n. 6 in Mi minore BWV 830
1. Toccata
2. Allemande
3. Courante
4. Air
5. Sarabande
6. Tempo di Gavotta
7. Gigue

L. van Beethoven
Sonata in Do diesis minore op. 27 n. 2 “Al chiaro di luna”
I. Adagio sostenuto
II. Allegretto
III. Presto agitato

W.A. Mozart
Fantasia in Re maggiore K. 397

J. Brahms
25 Variazioni e Fuga in Si bemolle maggiore op. 24 su un tema di Haendel

Nel corso della serata consegna del
Premio “Tasto d’Argento” 2024 alla M. Angela Hewitt

Informazioni

Ingresso € 5.
I biglietti saranno in vendita in occasione degli altri concerti di Echos e il giorno del concerto presso il Teatro di Valenza a partire dalle 19.30.

info@festivalechos.it
+ 39 348 7161557  

Luogo del concerto

Filter

Angela Hewitt occupa una posizione unica tra i principali pianisti del nostro tempo. Con un vasto repertorio e frequenti apparizioni sia in recital che come solista con le principali orchestre di Europa, Americhe e Asia, è un’artista pluripremiata e le sue esibizioni di Bach l’hanno affermata come una delle principali interpreti viventi di questo compositore. Nel 2020 ha ricevuto la Medaglia Bach della Città di Lipsia: un grandissimo onore che per la prima volta, nei suoi 17 anni di storia, è stato assegnato a una donna.
Nata in una famiglia di musicisti, Angela Hewitt ha iniziato gli studi di pianoforte all’età di tre anni, esibendosi in pubblico a quattro anni e vincendo, un anno dopo, la sua prima borsa di studio. Ha studiato con Jean-Paul Sévilla all’Università di Ottawa e nel 1985 ha vinto il Concorso Toronto International Bach Piano Competition che ha lanciato la sua carriera.
Nel 2018 ha ricevuto il Premio alla carriera del Governatore Generale e nel 2015 ha ricevuto la più alta onorificenza dal suo Paese natale diventando Companion of the Order of Canada (riconoscimento che viene assegnato solo a 165 canadesi viventi). Nel 2006 ha ricevuto un OBE dalla Regina Elisabetta II. È membro della Royal Society of Canada, ha sette lauree honoris causa ed è Visiting Fellow del Peterhouse College di Cambridge. Nel 2020 ha ricevuto inoltre la Wigmore Medal come riconoscimento dei suoi servizi alla musica e alla famosa sala da concerto nel corso di 35 anni.
Angela Hewitt tiene recital in sedi prestigiose e per i festival più rinomati quali Boston, Baltimora, Toronto, Ottawa, Roma, Zurigo, Copenaghen, Cambridge e Stresa. È artist-in-residence alla Wigmore Hall di Londra dove, nel 2016, ha iniziato la sua Bach Odyssey, esecuzione completa delle opere per tastiera di Bach in una serie di dodici recital. Il ciclo è stato presentato anche alla 92nd Street Y di New York e a Ottawa, Tokyo e Firenze.
Dirigendo dalla tastiera, Angela Hewitt ha collaborato con le Orchestre Sinfoniche di Toronto e Vancouver, con l’Orchestra Filarmonica di Copenhagen, i Lucerne Festival Strings, la Kammerorchester Basel, l’Orchestra da Camera di Stoccarda, la Britten Sinfonia, l’Orchestra da Camera di Zurigo, la Camerata Salzburg, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino. Nel 2019 ha debuttato, suonando e dirigendo opere di Bach, al Musikverein di Vienna con la Tonkünstler Orchestra.
La stagione 2023/24 la vedrà esibirsi in Italia, Finlandia, Polonia, Estonia e Svizzera e in tournée nel Regno Unito con la Kammerorchester Basel e la Royal Northern Sinfonia.
Il pluripremiato ciclo di Angela Hewitt per Hyperion Records, comprendente tutte le principali opere per tastiera di Bach, è stato descritto come “una delle glorie discografiche della nostra epoca” (The Sunday Times). La sua discografia comprende anche album dedicati a Couperin, Rameau, Scarlatti, Mozart, Beethoven, Chopin, Schumann, Liszt, Fauré, Debussy, Chabrier, Ravel, Messiaen e Granados. I primi due album dedicati all’integrale delle Sonate per pianoforte di W.A. Mozart sono stati pubblicati nel 2022 e 2023. Sempre nel 2023 il catalogo completo di Angela Hewitt è divenuto disponibile su tutte le principali piattaforme di streaming in seguito all’acquisizione dell’etichetta classica indipendente da parte di Universal Music Group. Presente regolarmente nella classifica Billboard degli Stati Uniti, il suo album Love Songs ha raggiunto la vetta della classifica specializzata in musica classica nel Regno Unito e vi è rimasto per mesi dopo la sua uscita.
Nel 2015 Angela Hewitt è stata inserita nella Hall of Fame del Gramophone Magazine grazie alla sua popolarità tra gli amanti della musica di tutto il mondo.