Skip to main content

“Piero Rattalino: raccontare la musica per raccontare la vita”

“Piero Rattalino: raccontare la musica per raccontare la vita” 

Tavola rotonda dedicata al M° Piero Rattalino

Alessandria | Auditorium del Conservatorio “A. Vivaldi”

Sabato 18 maggio 2024, ore 16:00  |  via Cavour 5,  Casale Monferrato

“Piero Rattalino: raccontare la musica per raccontare la vita”
tavola rotonda dedicata al M° Piero Rattalino
con interventi di Maurizio Baglini, Giuseppe Calanna, Nicola Cattò, Angelo Foletto, Ilia Kim

Informazioni

Per info sulle modalità di ingresso:
info@festivalechos.it

+ 39 348 7161557 (attivo dal 15 aprile)

Luogo del concerto

Filter

Piero Rattalino ha studiato pianoforte con Carlo Vidusso e composizione con Luigi Perrachio, diplomandosi al Conservatorio di Parma, rispettivamente, nel 1949 e nel 1953. Ha insegnato in vari conservatori italiani, occupando per più di trent’anni la cattedra di pianoforte principale al Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Ha inoltre insegnato presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola e tenuto masterclass di pianoforte in tutto il mondo.
È stato direttore artistico dell’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma (1969-70), del Teatro Comunale di Bologna (dal 1971 al 1977), del Teatro Carlo Felice di Genova (dal 1978 al 1980), del Teatro Regio di Torino (dal 1981 al 1991) e del Teatro Massimo Bellini di Catania (dal 1994 al 2006). È stato inoltre consulente artistico del Festival Verdi di Parma (1990-91) e per più di quarant’anni presso il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo.
Ha tenuto cicli di trasmissioni radiofoniche e televisive, collaborando con varie riviste ed enciclopedie. Ha pubblicato presso diversi editori (Il Saggiatore, Garzanti, Mondadori, Ricordi, Zecchini, Laterza, ecc.) circa sessanta volumi tra cui: Storia del pianoforte, Da Clementi a Pollini, Il concerto per pianoforte e orchestra, monografie su Chopin, Schumann, Liszt, Prokofiev, una serie di sedici monografie su grandi pianisti del passato (da Paderewski fino a Glenn Gould), Guida alla musica pianistica, Shostakovic. Continuità nella musica, responsabilità nella tirannide, il romanzo-saggio Celeste e infernale. Beethoven e la musica del Congresso di Vienna, Liszt pianista: tecnica e ideologia, Storia del concertismo pianistico, L’interpretazione pianistica nel postmoderno e Il Galempio. Ovvero fauna e flora del teatro lirico. Recentemente Zecchini editore ha pubblicato Recitar Suonando. La didattica pianistica del Duemila, La tecnica di Chopin e La testa, il cuore, la pancia e altri saggi sulla musica.
Il suo ultimo libro si intitola La testa del serpente ossia Manualetto del pianista per passione, pubblicato da Zecchini Editore nell’anno della sua morte.
Nel 1987 da ricevuto dal Presidente della Repubblica Italiana la Medaglia d’oro ai benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte.