Skip to main content

1+1+1= Trio Galaktionov-Cicchese-Cipolletta!

1+1+1= Trio Galaktionov-Cicchese-Cipolletta!

Francesco Cipolletta | pianoforte
Trio Galaktionov-Cicchese-Cipolletta | violino-violoncello-pianoforte

Acqui Terme | Chiesa di Sant’Antonio

Sabato 1 giugno 2024, ore 17:30  |  via Scatilazzi 15,  Acqui Terme

“1+1+1= Trio Galaktionov-Cicchese-Cipolletta!”
Concerto n. 3

Il progetto “1+1+1= Trio Galaktionov-Cicchese-Cipolletta!” replica la felice idea nata nel 2022 in occasione dei concerti del Trio Gustav con l’obiettivo di confermare il paradosso: per dimostrare plasticamente che, in questo trio, i tre musicisti sono contemporaneamente solisti e cameristi.
Vi invitiamo a seguire un percorso che, spostandosi attraverso tre diversi spazi, ci porterà alla scoperta dei tre straordinari solisti del Trio Galaktionov-Cicchese-Cipolletta!
per poi ritrovarli, alla fine del viaggio, sullo stesso palco a fare musica insieme.

Francesco Cipolletta, pianoforte
Sergey Galaktionov, violino
Amedeo Cicchese, violoncello

Il Pianoforte

F. Chopin
Ballata n. 3 in La bemolle maggiore op. 47
Ballata n. 4 in Fa minore op. 52
Fantasia-Improvviso in Do diesis minore op. 66
Polacca in La bemolle maggiore op. 53 “Eroica”

Il Trio

J. Brahms
Trio in. 3 in Do minore op 101
I. Allegro energico
II. Presto non assai
III. Andante grazioso
IV. Allegro molto

Informazioni

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.
info@festivalechos.it

+ 39 348 7161557 (attivo dal 15 aprile)

Al termine dell’ultimo concerto il Consorzio Tutela Vini d’Acqui, il Consorzio dell’Asti DOCG e il Consorzio del Barbera d’Asti e Vini del Monferrato offriranno al pubblico una degustazione di vini che si terrà presso il Teatro Romano (in caso di maltempo il rinfresco si svolgerà sotto il colonnato di Piazza Duomo).

Luogo del concerto

Filter

Francesco Cipolletta. Inizia lo studio del pianoforte all’età di sette anni sotto la guida di Maria Golia e si diploma al Conservatorio “G. Verdi” di Torino con il massimo dei voti e la lode. Si perfeziona con Lev Naumov e, presso la Scuola di Musica di Fiesole, con Maria Tipo. Giovanissimo, si rivela vincendo 20 Primi Premi in Concorsi Nazionali (Mozzati di Milano, Città di Treviso, Speranza di Taranto, ecc.) e Internazionali (Busoni di Bolzano, Dino Ciani di Milano, Viotti di Vercelli, Pretoria, ecc.). Inizia così un’intensa attività concertistica in tutto il mondo e nelle più prestigiose sale da concerto tra cui: Teatro alla Scala di Milano, Auditorium della RAI di Torino e Roma, Sala Verdi di Milano, Salle Gaveau di Parigi, Teatro La Fenice di Venezia, Theatre Royal di Bruxelles, Gasteig di Monaco, Suntory Hall di Tokyo, Teatro Colon di Buenos Aires, suscitando sempre favorevoli consensi di critica e di pubblico. Si è esibito come solista con l’Orchestra del Teatro alla Scala, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, l’Orchestra “Haydn” di Bolzano e Trento, le Orchestre Sinfoniche di Johannesburg, Città del Capo, Pretoria e Durban, l’Orchestra Sinfonica Municipal San Paolo, Orchestra Sinfonica di Malta. ecc. Sue registrazioni audio e video sono state trasmesse da RAI, BBC, Radio Televisione della Svizzera Italiana, RTL Lussemburgo, SABC South Africa; incide per la casa discografica RS. Dal 2004 è Accademico Residente presso la prestigiosa Accademia Filarmonica di Bologna.
Tiene masterclasses all’Università di Pretoria e all’Academy for Performing Arts di Hong Kong. Titolare di una cattedra di Pianoforte Principale, è docente presso il Conservatorio “G.F. Ghedini” di Cuneo.

Sergey Galaktionov. Nato nel 1970 in Russia, ha iniziato lo studio del violino a soli quattro anni frequentando la Central Special Music School del Conservatorio di Mosca. Ha proseguito gli studi al Conservatorio Superiore di Mosca con Andrei Korsakov, ottenendo nel 1994 il diploma di solista e nel 1996 il titolo di Dottore in musica.
In veste di solista ha suonato con l’Orchestra Filarmonica di Mosca, l’Orchestra da Camera di Stato della Russia, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra e la Filarmonica del Teatro Regio Torino, I Pomeriggi Musicali di Milano collaborando con musicisti come Vladimir Ponkin, Claudio Abbado, Michail Pletnev, Gianandrea Noseda, Vladimir Jurowsky, Bruno Aprea, Giuliano Carmignola. Sempre come solista si è esibito in prestigiose sale e teatri: Salle Gaveau di Parigi, Cancelleria del Vaticano, Teatro Politeama di Palermo, Sala Cajkovskij della Filarmonica di Mosca, Suntory Hall di Tokyo, Kyoto Music Center e Sony Hall di Toronto. Ha collaborato come Primo Violino solista con i “Cameristi della Scala” in tournée in Israele e Canada. Di particolare rilevanza artistica l’esecuzione del Concerto n. 2 “La Campanella” di Paganini a Milano eseguito con lo Stradivari “Il Cremonese” (1715). È ospite del Festival Internazionale Autunno di Mosca, delle Settimane Musicali di Stresa, del Festival Echos e del Luzern Festival. Nel 2000 ha vinto il Concorso Internazionale Viotti. Dal 2004 ricopre il ruolo di Primo Violino di Spalla dell’Orchestra e della Filarmonica Teatro Regio Torino. Nel 2005 è stato insignito del “Premio Protagonisti nella Musica”.
Suona un violino G.B. Guadagnini (Torino, 1772) della Fondazione Pro Canale di Milano.

Amedeo Cicchese Nato nel 1988 a Campobasso, si diploma a 17 anni con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Michele Chiapperino. Consegue con lode il Diploma di Perfezionamento presso l’Accademia di Santa Cecilia in Roma sia in Musica da Camera che in Violoncello sotto la guida di Rocco Filippini e Giovanni Sollima. Ha proseguito gli studi con Antonio Meneses presso la Hochschule der Kunste di Berna e con Enrico Dindo alla Pavia Cello Academy.
Vincitore nel 2014 del prestigioso “Premio Giuseppe Sinopoli”, consegnato personalmente dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in una cerimonia ufficiale presso il Palazzo del Quirinale, è stato premiato in più di 30 Concorsi Nazionali e Internazionali.
Debutta come solista a 16 anni e tiene concerti, sempre in veste di solista, in Italia, Olanda, Germania, Turchia, Ungheria, Cina e Giappone. Dopo esser stato scelto da Riccardo Muti come primo violoncello dell’Orchestra Cherubini, si è esibito in molti teatri italiani ed esteri diretto, oltre che da Muti, da Claudio Abbado, Fabio Luisi, Paavo Jaarvi, Daniele Gatti, Christoph Eschenbach, Tan Dun. Il sodalizio con quest’ultimo lo ha portato ad esibirsi come solista con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, la Shanghai Philarmonic Orchestra, la Shenzen Symphony Orchestra, la MDR di Lipsia presso importanti sale come il Grand Theater di Shanghai, la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium di Roma, la Leipzig Arena e la Beethoven Saal di Stoccarda. Ha debuttato presso la prestigiosa Suntory Hall di Tokyo con la Tokyo Philarmonic Orchestra insieme ad artisti del calibro di Yundi Li e Ryu Goto in occasione della celebrazione del 25° anno dalla nascita della storica Sala giapponese.